Proprio così, la particolarità di questa nuova stampante 3D è che è in grado di stampare le parti che la compongo ottenendo così un clone perfetto che a sua volta potrà fare la stessa cosa. RepRap questo il nome del progetto sviluppato all’univeristà di BathREPlicant RAPid“, un prototipo in grado di riprodurre qualsiasi oggetto in tre dimensioni, depositando sottili strati di plastica che una volta solidificati daranno la versione 3D del soggetto sorgente.

Una vera e propria rivoluzione che in un prossimo futuro permetterà a chiunque di auto prodursi gli oggetti di consumo semplicemente stampandoli. “Pensate di avere con RepRap tutta la Cina sul vs. desktop” questo è il paragone che gli addetti dell’università di Bath fanno quando gli viene chiesto di descrivere il loro prototipo.

I campi di applicazione sono verosimilmente infiniti, dai semplici oggetti di consumo casalinghi a sofisticate parti per la ricerca e lo sviluppo tecnologico, sarà possibile ed economicamente vantaggioso produrre gli oggetti in totale autonomia.

via: Innovation

Annunci