Finalmente anche in Italia è entrato in vigore un decreto interministeriale che regolamenta gli acquisti verdi nella pubblica ammnistrazione. Un altro passo verso un economia pubblica sostenibile. Del resto forse eravamo rimasti gli ultimi nella comunità europea a non avere regole chiare a riguardo. Il piano d’azione per la sostenibilità nella pubblica amministreazione (Piano d’azione per il Green Public Procurement) riguarderà prodotti e servizi per un valore di cira 50 miliardi di euro.

Il ministero dell’Ambiente quello dello Sviluppo Economico ed il ministero dell’Economia hanno collaborato alla stesura di questo decreto entrato in vigore qualche giorno fa con la consapevolezza che un passo così importante era indispensabile per il nostro paese.

Per il ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, si tratta di una ”svolta importante”. ”Questo provvedimento, cui abbiamo lavorato per mesi – ha detto Pecoraro – ci avvicina alle migliori esperienze europee. E’ evidente che, oltre a difendere l’ambiente, il piano potrà sostenere la competitività del nostro sistema produttivo, stimolando l’innovazione ambientale, orientando correttamente nuovi business, premiando prodotti e soluzioni tecniche avanzate, contrastando l’invasione di prodotti che si mostrano assai spesso privi di qualunque requisito di pregio ambientale, con riflessi talora pericolosi nel campo della sicurezza e della salute”. ”L’importanza di questo piano ha concluso Pecoraroappare evidente se solo pensiamo che le spese interessate da questa svolta verde ammontano a ben 50 miliardi di euro ogni anno

Attendiamo ora l’emanazione dei provvedimenti attuativi, che indicheranno i criteri ambientali minimi a cui la Pubblica Amministrazione centrale e locale dovrà attenersi nella formulazione delle gare d’appalto future.

La speranza, per un azienda come la nostra, è che questo decreto possa dare spazio oltre che ai consueti prodotti ecosostenibili (carta riciclata, lampade a basso consumo, energia rinnovabile, etc.) anche a beni e servizi innovativi come ad esempio i cosumabili per le stampanti (cartucce inkjet e toner) rigenerati, l’hardware (pc, monitor e stampanti) ricondizionati.

via Ansa, Rinnovabili, Acquisti Verdi

Annunci